La Certosa di Parma, Cinzia Th Torrini: “Le donne sono protagoniste nelle scene erotiche”

di Massimo Galanto Commenta

La regista di La Certosa di Parma, la fiction in onda su Raiuno domenica 4 e lunedì 5 marzo, Cinzia Th Torrini, ha rilasciato un’intervista a Qn spiegando cosa l’ha spinta a portare in tv il romanzo di Stendhal:


Il desiderio di rendere moderno un classico della letteratura, facendo sì che il telespettatore possa identificarsi in personaggi attuali, alle prese con il gioco dell’amore, che è un tema senza tempo. Mi ha affascinato l’idea che non si è mai adatti per l’amore: o non è giusta l’età o sono le circostanze a scoraggiarlo.

Sulla distanza tra il romanzo e il prodotto televisivo:

La fiction è adatta a tutti i telespettatori, sia a chi conosce il romanzo, sia a chi non lo ha letto. Sarebbe una grande soddisfazione per me sapere che i telespettatori, dopo averla gustata, sentissero il bisogno di leggere il libro.

Nella fiction, girata tra Parma e Bologna, ci sono immagini un po’ spinte:

Ho voluto rendere la gioia della passione, soprattutto quella femminile. Le donne sono protagoniste nelle scene erotiche.

Infine, qualche parola sull’impegno della regista, da qualche anno, alle fiction in costume da Elisa di Rivombrosa a Terra ribelle, fino appunto a La Certosa di Parma:

Spesso mi arrivano proposte di feuilleton, come nel caso di ‘Elisa di Rivombrosa‘, ma io l’ho radicalmente trasformata: doveva essere la versione tv di ‘Pamela’, tratta dal romanzo di Samuel Richardson, ambientato in Inghilterra. Invece l’ho girato ad Agliè, in Piemonte. Dopo averla mandata in onda, ogni giorno venivano sul set 9000 visitatori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>