Amore Pensaci Tu Miglior Fiction Italiana ai Diversity Media Awards 2018

di Antonio Ruggiero Commenta

Per il terzo anno consecutivo, Amore Pensaci Tu è stata premiata come Miglior Serie Tv Italiana ai Diversity Media Awards 2018, Publispei festeggia

Publispei è una delle case di produzione cinetelevisive maggiormente apprezzate dalla comunità LGBT italiana: lo conferma il premio per il terzo anno consecutivo attribuito alla società per Amore Pensaci Tu, dopo aver già fatto incetta di premi in passato grazie a È Arrivata La Felicità e Un Medico in Famiglia 10.

Amore Pensaci Tu è la nuova fiction prodotta dalla Publispei che vince il Diversity Media Award come miglior serie tv italiana.

A ritirare il premio gli interpreti della serie Emilio Solfrizzi, Fabio Troiano e Giulio Forges Davanzati, insieme alla produttrice Verdiana Bixio che ha dichiarato:

Produrre fiction per noi non significa soltanto creare prodotti di successo ma soprattutto contenuti di valore che facciano riflettere il grande pubblico e siano in grado di superare le discriminazioni ei pregiudizi.

In Amore Pensaci Tu, raccontiamo le dinamiche di quattro famiglie moderne dove, al di là del genere, i denominatori comuni sono i valori veri come l’amore, il rispetto e la gioia di vivere al di là degli stereotipi.

10 puntate per una prima e unica stagione (pare che la fiction non sia stata rinnovata da Canale 5 che l’ha trasmessa senza conseguire successo in termini di ascolti e share), Amore Pensaci Tu è stata diretta da Francesco Pavolini e Vincenzo Terracciano

Migliore SERIE TV ITALIANA

Vince

Amore Pensaci Tu (Publispei, RTI – Canale 5)

Le altre nomination

Gomorra (Sky, Cattleya, Fandango, LA7, Beta Film – Sky Atlantic, Sky Cinema 1)

I Bastardi di Pizzofalcone (Clemart, Rai Fiction – Rai Uno)

Suburra: La Serie (Cattleya, Rai Fiction – Netflix)

La trama di Amore Pensaci Tu

I quattro nuclei familiari che la serie racconta sono: Francesco e Tommaso (Fabio Troiano e Giulio Forges Davanzati) sono una famiglia di fatto, composta da una coppia gay che si ritrova alle prese con la crescita della nipotina e con Tina (Giuliana De Sio), una suocera decisamente ingombrante.

Luigi e Gemma (Emilio Solfrizzi e Valentina Carnelutti) che sono la famiglia staffetta, in cui lui ha lavorato per tutta la vita e ora è obbligato a fare il papà per la prima volta, nonostante le tre figlie.

Marco e Anna (Filippo Nigro e Giulia Bevilacqua) sono la famiglia capovolta, in cui l’uomo, che aveva messo da parte ogni ambizione per dedicarsi al ruolo di “mammo” a tempo pieno, ora ritrova il piacere della sua professione, rimettendo in discussione l’equilibrio familiare.

infine, c’è la “famiglia dei sogni”, quella di Jacopo ed Elena (Carmine Recano e Martina Stella), definizione ironica, dal momento che la coppia è separata e alle prese con l’affidamento dei figli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>