Cesare Mori: Il prefetto di ferro, trama e curiosità della fiction di Raiuno

di Diego Odello Commenta

Si sta girando in questi giorni Cesare Mori: Il prefetto di ferro, la miniserie prodotta dalla Artis con il contributo di Apulia Film Commission per Rai Fiction, diretta da Gianni Lepre, incentrata sulla storia di Cesare Mori, il funzionario piemontese inviato in Sicilia, durante il fascismo a debellare la mafia.

SINOSSI BREVE

Sicilia, primi del ‘900.
A Gangi il Commissario Cesare Mori è a capo di una squadra speciale della Polizia che combatte con qualsiasi mezzo quelle bande di malavitosi, latitanti e mafiosi che imperversano nella regione con violenza, saccheggi, distruzione e morte.
Proprio la sua azione incisiva lo porta ad ottenere una certa notorietà e fama tra i colleghi, gli stessi nemici e tra le fila dei politici italiani.
Accanto a sé ha la moglie Angelina, una donna dal carattere fragile e tormentato ma capace di sostenerlo nella sua lotta e il piccolo Saro, il loro amatissimo figlio adottivo: con loro è capace di esprimere il suo lato più affettuoso e generoso.
La sua incisiva lotta al brigantaggio e alla mafia lo porta, dopo aver ricoperto la carica di Prefetto di Bologna prima e di Trapani poi, ad essere nominato nel 1924 da Mussolini Prefetto di Palermo con poteri straordinari, attuando da quel momento una dura repressione contro la malavita e contro lo strapotere delle cosche mafiose, obiettivo che persegue fino al 1929, anno in cui viene collocato a riposo e successivamente nominato Senatore del Regno.

Curiosità: la fiction sarà girata in otto settimane tra Lecce, Nardò (il chiostro dei Carmelitani, il vecchio carcere) e Maglie (nelle vie del centro e in diversi palazzi storici); nel cast, oltre al protagonista Vincent Perez, figurano Gabriella Pession, Anna Foglietta e Adolfo Margiotta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>