Ultimo 4 L’occhio del falco, Raoul Bova: “Raccontiamo il processo che ha subito, la sua storia”

di Diego Odello 1

Il prossimo autunno su Canale 5 andrà in onda Ultimo 4 – L’occhio del falco, la fiction diretta da Michele Soavi, che firma la sceneggiatura con Leonardo Fasoli, Maddalena Ravagli, Mizio Curcio e Andrea Nobile, interpretata da Raoul Bova. Nel quarto capitolo della storia del capitano che nel 1993 catturò Totò Riina, si racconta cosa è accaduto dopo l’arresto del boss, quando l’agente, condannato a morte dalla mafia, è stato trasferito al Noe, il Nucleo operativo ecologico, e il Crimor (reparto speciale del Ros) è stato smantellato.

L’attore a La repubblica rivela su cosa sarà incentrato il film:

Raccontiamo il processo che ha subito (per la mancata perquisizione del covo di Riina – assolto N.d.R.), la sua storia. E spieghiamo una cosa fondamentale: che dopo la lotta alla mafia Ultimo ha lavorato a Noe con lo stesso impegno, il suo è un metodo. La malavita s’infiltra, i rifiuti tossici sono un business ..

Raoul Bova spiega la filosofia di Ultimo:

… non cerchiamo di mistificare. Ultimo tiene insieme le foto di Che Guevara e Falcone e Borsellino, ha le sue idee: lo restituiamo attraverso il rapporto col figlio di una donna uccisa. Spiega che gli ufficiali portano la cravatta, ma lui no, perché è un cane sciolto, e un cane la straccia. Si è carabinieri dentro.

A proposito di Ultimo, che ha conosciuto personalmente, dice:

L’incontro con Ultimo mi ha cambiato, è vero, mi ha aperto gli occhi su quello che possiamo fare per gli altri. Il suo esempio arriva ai ragazzi. Le regole, come scrive Gherardo Colombo, sono alla base di tutto.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>