Undici settembre 1683, nuovo flop per Martinelli?

di Valeria Commenta

Renzo Martinelli viene già da un flop importante “Barbarossa“, che al cinema aveva incassato appena 800.000 euro a fronte dei 12 milioni spesi per la realizzazione e fatto un misero share del 13%,  ora  si appresta a collezionarne un’altro, con il film e la mini serie su Marco D’Aviano.

La Rai aveva prodotto anche quest’ultimo, investendo 5 milioni di euro su “Undici settembre 1983” un lungometraggio che è accusato di essere apertamente contro l’islam, e la Rai, viste le critiche, ha deciso di metterlo da parte,  rinunciando alla distribuzione, e quindi mettendo una forte ipoteca anche sulla messa in onda della versione in due appisoli che era stata pensata per la tv.

La storia doveva essere appunto quella di Marco D’Aviano, il frate cappuccino che fu fondamentale nella vittoria della Lega Santa, nella battagli di Vienna del 1683, dove l’esercito cristiano fermò quello ottomanno,bloccando l’avanzata dei turchi in europa.

Un film contro le guerre di religione, secondo il regista, che ricorda che Marco D’Aviano è stato beatificai solo pochi anni fa da Papa Giovanni Paolo II.

Evidentemente meno questo è bastato in Rai a farli sentire al sicuro da eventuali polemiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>