Sacrificio d’amore, dal venti giugno la seconda stagione su Canale 5

di Antonio Ruggiero Commenta

Canale 5 tramsette a partire dal 20 giugno i nuovi episodi di Sacrificio d’amore, la fiction in costume ambientata a Carrara nel 1913 e prodotta da EndemolShine Italy per Mediaset

Su Canale 5 ritorna dal 20 giugno la seconda stagione di Sacrificio D’Amore, sperando che in un periodo in cui la concorrenza da parte delle altre fiction è meno serrata, questo prodotto possa avere la possibilità di imporsi sul piccolo schermo.

Sacrificio d’amore 2, le new entry

La storia riprende nella prestigiosa clinica di Des Alpes, in Svizzera, dove il cavatore Brando Prizzi (Francesco Arca), ammalato di tubercolosi, sta seguendo le cure. Raggiunto a sorpresa da Silvia Corradi (Francesca Valtorta), moglie del proprietario delle Cave di marmo di Colonnata e sua amante, trova davanti a sé una donna profondamente cambiata e pronta a lasciarlo per il bene della sua famiglia. Brando, ignaro del sacrificio d’amore di Silvia, che per avere il denaro necessario per le costosissime cure che gli stanno salvando la vita è stata costretta dal marito a rinunciare a lui per sempre, distrutto dal dolore, inizia a rifiutare le cure e a provare disprezzo per quella donna che ha tradito il suo amore e la sua fiducia.

Ad arricchire il cast della fiction in costume faranno il loro ingresso tre nuovi personaggi, ovvero Jacopo Farnesi di San Rossore (Maurizio Trombini), padre di Lucrezia (Federica De Benedittis) e di Livio (Alex Belli). Da padre innamorato della figlia, accetta le sue scelte estreme e l’appoggia in tutte le sue decisioni.
Proprio per questo, si scontra con il figlio maggiore, Livio (Alex Belli), il classico rampollo primogenito, sicuro di sé, sfrontato e arrogante in apparenza, in realtà intimamente fragile e confuso.
Pur essendo molto legato alla sorella, non ne approva le scelte, soprattutto in amore. Infine, ad animare il teatro di Carrara, arriva la giovane ed esuberante Nanà (Roberta Giarrusso), femme fatale per eccellenza, spirito libero e ballerina, sicura di sé e del potere che esercita sugli uomini, ma con una malinconia di fondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>