Il Paradiso delle Signore 2, riassunto quinta puntata 3 ottobre 2017

di Felice Catozzi Commenta

Martedì 3 ottobre è andato in onda il quinto appuntamento insieme a Il Paradiso delle Signore 2, in onda su Rai 1 in prima serata

La quinta puntata de Il Paradiso delle Signore ha segnato nuove sorprese per la fiction in onda su Rai 1 in prima serata il martedì: il magazzino più esclusivo di Milano continua a seguire le vicende della protagonista Teresa, interpretata da Giusy Buscemi.

Teresa è una giovane e talentuosa commessa che si innamora dell’aitante proprietario del Paradiso, Pietro Mori (Giuseppe Zeno). Attorno alla loro storia d’amore, ritenuta impossibile, si intrecciano le vicende dei loro amici e colleghi, in un turbinio di emozioni e intrighi.

La prima parte della serata è stata dedicata a Anche gli Uomini Vanno in Paradiso: Corrado (Marco Bonini) ha partecipato al programma Lascia o Raddoppia e ha ottenuto un grande successo. Mori decide quindi di sfruttare il momento di fama, per aprire un reparto di abbigliamento maschile.

L’idea viene accolta con grande entusiasmo e dopo aver cercato dei prodotti già confezionati, Mori chiede a Teresa di occuparsi personalmente della realizzazione dei capi. La donna avrebbe a disposizione la fabbrica di Biella, dove decide di recarsi insieme all’uomo.

È costretta però a recarvisi da sola quando Pietro scopre che Andreina (Alice Torriani) si è ritirata dall’affare Rockefeller ed è stata estromessa dalla gestione della società dalla madre.

La donna infatti influenzata dalla vicinanza di Vittorio (Alessandro Tersigni), ha deciso di abbandonare i suoi propositi di interdire la Contessa (Valeria Fabrizi) e di vendicarsi di Mori.

Sotto consiglio di Rose (Andrea Osvart) Pietro chiede a Vittorio di tornare a lavorare al Paradiso, come suo dipendente. I contrasti tra i due però non sembrano volersi placare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>