I Medici 2, anticipazioni prima e seconda puntata del 23 ottobre su Rai 1

di Antonio Ruggiero Commenta

La seconda stagione de I Medici, la fiction italiana che ha conquistato il pubblico di tutto il mondo, va in onda ogni martedì in prima serata su Rai 1

Subito dopo il salto, le anticipazioni della prima e della seconda puntata de I Medici, la fiction italiana che ha conquistato il pubblico di tutto il mondo e che torna su Rai 1 dal 23 ottobre in prima serata ogni martedì con quattro imperdibili appuntamenti.

I Medici 2, anticipazioni

Episodio 1: Vecchi rancori – 1469. Dopo anni di solido potere instaurato dal defunto Cosimo, la Banca Medici, guidata dall’ormai cinquantenne Piero De Medici, è in difficoltà. Piero è vittima di un violento agguato: ferito, viene salvato dai figli ventenni Lorenzo e Giuliano, che accusano Jacopo Pazzi (nemico storico della loro famiglia) del tentato omicidio. Con l’accentuarsi della tensione in città, Piero richiede l’intervento dell’esercito di Galeazzo Sforza, duca di Milano: i Medici dovranno prevalere ad ogni costo, ma Lorenzo teme che questa scelta possa essere disastrosa per l’intera Firenze e per salvare la città sarà costretto a prendere una delle decisioni più sofferte della sua vita.

Episodio 2: Un uomo solo – Dopo aver comunicato al padre di aver preso il suo posto a capo della famiglia, Lorenzo e la madre, Lucrezia, si recano a Roma per chiedere sostegno economico al Papa. Informati di questa decisione, i Pazzi contattano il cugino Francesco Salviati, membro della curia romana, per opporsi alla richiesta d’aiuto dei Medici. Nel frattempo a Firenze, Giuliano e l’amico Botticelli incontrano la bellissima Simonetta Vespucci: Botticelli ha una nuova musa e Giuliano ha un nuovo amore. A Roma, Lucrezia risolve la situazione organizzando le nozze tra Lorenzo e la devota Clarice Orsini, nipote di un influente cardinale. Nonostante sia da anni legato alla bella (ma sposata) Lucrezia Donati, Lorenzo appoggia l’accordo. Il Papa si convince così ad aiutare la famiglia fiorentina. Tornato a Firenze, Lorenzo può festeggiare con Giuliano la vittoria nella giostra cittadina contro i nipoti di Jacopo Pazzi, Francesco e Guglielmo, ma la gioia è presto infranta dalla morte di Piero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>